28 aprile – la Regina Ciclarum in cammino

La Regina Ciclarum è un percorso verde che si articola lungo la futura Ciclovia del Tevere, dalle sorgenti al mare attraversando la Città Eterna, e nel tratto romano si snoda per 55 chilometri circa, dal GRA a Labaro fino al mare di Fiumicino.

RomaCammina intende proporre la Regina Ciclarum con tre appuntamenti con il Nordic Walking e con la Camminata Sportiva, il primo dei quali domenica 28 aprile partendo dalle Terre del Nord e concludendo nella Città eterna a ponte Sublicio.

Il percorso, in tutti i suoi tratti, prevede una DIFFICOLTÀ BASSA (pendenze quasi nulle e lunghezze varibili) e, per chi vuole, essendo comunque in città, sarà possibile interrompere la camminata in alcuni punti riducendo quindi la lunghezza del percorso ipotizzato.

Per chi completerà l’intero percorso lo staff ha previsto una splendida sorpresa!!!

PROGRAMMA

DOMENICA 28 APRILE

ore 9.45 – 10.00
appuntamento alla stazione Labaro della Ferrovia Roma-Viterbo (partenza trenino da piazzale Flaminio: gli orari festivi del servizio urbano Flaminio-Montebello sono consultabili sul sito Atac o scaricabili qui)

ore 10.15
partenza della prima tappa Terre del Nord
distanza: 11 km circa
pranzo al sacco presso il laghetto di Tor di Quinto

ore 14.00 circa
partenza della seconda tappa Città Eterna
distanza: 10 km circa
arrivo ponte Sublicio (Trastevere)

A due passi dal centro, un orizzonte di campagne lontani dalla frenesia della città. 

Le Terre del Nord partono dal G.R.A. di Labaro Prima Porta e scendono fino a Ponte Milvio, dove cedono il passo alla città eterna. Si sviluppano complessivamente per 11km. Il fondo segue quasi fedelmente l’argine destro del Tevere, piano e pavimentato e ideale per il Nordic Walking e per la Camminata Sportiva.

All’opposto del tratto centrale della Citta’ Eterna, dove i muraglioni incombono massivi, qui la vista si allarga ad abbracciare  le pianure golenali, ripristinando una prima armonia  tra gli ambienti naturali delle campagne circostanti, e gli spazi angusti e profondamente antropizzati del centro storico.

Una passeggiata lungo la banchina, dove la storia curva pigra un ponte dopo l’altro in bici, canoa o a piedi, alla scoperta di una città e di un fiume che da millenni si raccontano segrete meraviglie.

Il tratto centrale della ReginaCiclarum attraversa i fasti monumentali della Città Eterna, nel corridoio scavato dal fiume, appena sotto la sede stradale del Lungotevere. Parte da Ponte Milvio, dove prende il testimone dalle Terre del Nord,  e arriva a Ponte Sublicio a Trastevere, dove le Terre della Regina proseguono nei Campi Elisi.

10 km completamente pianeggianti tra la banchina lineare e la circolarità dell’isola Tiberina, con la Città Eterna che stupisce con angoli di natura inaspettata, scorci silenziosi, prospettive secolari che mai si possono immaginare nella quotidianità di tutti i giorni.

Da Trastevere a Mezzocammino, oltre le discariche ed il degrado, testardi fin laggiù dove gli alberi giganti al tramonto bisbigliano solenni le parole degli avi.

I Campi Elisi iniziano a Ponte Sublicio (accogliendo chi scende dalla Città Eterna) e finiscono al ponte monumentale del G.R.A. di Mezzocammino, dove passano il testimone alla Via al Mare, direzione Fiumicino.
Speculari alle Terre del Nord,  rappresentano la terra di mezzo tra la realtà antropizzata e le campagne romane, laddove il cemento lascia spazio agli scenari naturali delle vaste pianure golenali e della vegetazione ripariale.

Da Mezzocammino a Fiumicino, una curva dopo l’altra, sarà lo Spirito del Fiume ad accompagnarvi in un viaggio senza tempo.

La Via al Mare è il tratto terminale della futura Ciclovia del Tevere. Inizia dove termina la ciclabile ufficiale, nel tratto dei Campi Elisi, sotto il ponte G.R.A. di Mezzocammino, e prosegue lungo la riva destra del fiume fino al mare di Fiumicino.

È stata riaperta a maggio 2017 da alcuni volontari della Ciclabile Tevere che hanno liberato il sentiero nei tratti dove la vegetazione aveva preso il sopravvento e da allora rappresenta lo sbocco a mare per tutti i ciclisti e camminatori che, partendo dal centro di Roma, intendono raggiungere la spiaggia senza dover condividere il percorso con automobili, camion, motorini.
La Via al Mare (e il Sentiero Pasolini sulla sponda opposta) rappresentano due assi strategici per la promozione del cicloturismo e della mobilità lenta.

COSTO
10,00 €

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.