MANCANO

giorni
ore
minuti

al NORDIC WALKING FESTIVAL di Roma

10-12 marzo 2023

Formazione continua dello staff tecnico

Uno staff
in continuo aggiornamento

La formazione è un elemento imprescindibile per tutti i tecnici che vogliono migliorarsi, essere pronti alle varie situazioni che si vengono a porre durante gli allenamenti, proporre sempre novità con rigore scientifico e capacità tecniche specifiche.

Lo staff di RomaCammina continua quindi a formarsi nei vari campi legati al mondo del cammino, seguendo numerosi corsi (aggiornamento, specializzazione, formazione) proposti per il Nordic Walking e per la Camminata Sportiva.

Fabio (formatore)
Alessandra
Donatella
Sabrina
Vincenzo

"

Scuola Italiana Nordic Walking

Nordic Walking per le Malattie neurodegeneratve

Il corso, in DUE GIORNI FORMATIVI, affronta nello specifico le malattie neurodegenerative affrontando la malattia di Parkinson, la Sclerosi Multipla e la distrofia Muscolare, analizzando nello specifico le caratteristiche principali delle singole malattie ed evidenziandone i benefici che possono trarre dall’attività del Nordic Walking.

Ferdinando

"

Scuola Italiana Nordic Walking

Nordic Workout

Il corso, organizzato in DUE GIORNATE FORMATIVE, si basa sul Nordic Walking abbinato al ritmo musicale, unendo esercizi di tonificazione e coordinazione per proporre un’allenamento a 360° all’aria aperta.

Nel weekend vengono affrontati i seguenti argomenti:

  • abbinamento camminata nordica e ritmo musicale
  • ritmo e musiche da scegliere
  • esercizi pratici di tonificazione e coordinazione
  • attrezzatura ed equipaggiamento

Sabrina (aggiornamento)
Vincenzo (formazione)

"

Scuola Italiana Camminata Sportiva

Tecnico di I° livello Camminata Sportiva

Corso per la qualifica (DUE GIORNATE FORMATIVE) e per l’aggiornamento (UNA GIORNATA FORMATIVA) di Istruttore di Camminata sportivafinalizzato ad ottenere quelle competenze che permettono di insegnare con professionalità la corretta tecnica della disciplina grazie ad una precisa metodologia didattica appositamente ideata e sviluppata.

Il programma prevede sessioni teoriche e pratiche che partono dai concetti base del cammino fino ad arrivare ad argomenti legati alle metodologie di allenamento e alla strutturazione delle attività di insegnamento.

Nicola

"

Scuola Italiana Nordic Walking

Tecnica e didattica del Nordic Walking

Un corso di DUE GIORNI per fornire ai Tecnici sportivi di Nordic Walking i mezzi per poter insegnare la tecnica con una didattica efficace, facilitando così l’apprendimento dell’allievo.

L’obiettivo primario è fornire ai tecnici sportivi SINW la conoscenza e la capacità d’analisi delle problematiche riferite alla pratica del Nordic Walking sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. 

Alessandra
Donatella
Sabrina

"

Unione Nazionale Chinesiologi

Chinesiologo in ambito Nordic Walking

Dopo una preselezione iniziale e il riconoscimento del proprio curriculum formativo, il corso si è tenuto in DUE GIORNATE IN PRESENZA durante le quali sono stati affrontati:

  • aspetti fisiologici del movimento associati alle varie patologie neurodegenerative, metaboliche, …
  • analisi della biomeccanica del cammino abbinata all’introduzione dello strumento bastoncino finalizzato ad un uso specifico in base alla necessità del singolo;
  • nozioni legate all’allenamento sportivo e su come il nostro corpo reagisce adattandosi ad una sollecitazione dovuta all’attività.

Ferdinando
Nicola

"

Scuola Italiana Nordic Walking

Primo Soccorso, BLSD ed elementi di fisiologia umana

La formazione – divisa in 6 ORE A DISTANZA per la parte teorica e 6 ORE IN PRESENZA per quella pratica – ha l’obiettivo di formare gli istruttori a riconoscere ed intervenire sui principali eventi, infortuni e situazioni di urgenza ed emergenza che possono incorrere durante l’attività di Nordic Walking.

Donatella

"

Scuola Italiana Nordic Walking

Dalla biomeccanica del cammino al Nordic Walking

Durante il corso di UNA GIORNATA l’istruttore  impara come ogni esercizio vada pensato, costruito, proposto e finalizzato, mantenendo sempre chiari gli obiettivi che vuole raggiungere e la coerenza delle proprie azioni didattiche.

E ciò anche da un punto di vista scientifico, senza la necessità di acquisire particolari, profonde e complesse conoscenze a proposito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.