MANCANO

giorni
ore
minuti

al NORDIC WALKING FESTIVAL di Roma

10-12 marzo 2023

2|4 giugno – Cammino l’Italia lungo la Costa dei Trabocchi

Cammino l'Italia: route 20 e 21

Torniamo a percorrere alcune tappe della staffetta di Nordic Walking ideata dalla Scuola Italiana Nordic Walking e che costruisce idealmente un grande abbraccio lungo tutta la penisola.

Le camminate, di DIFFICOLTÀ MEDIA per la loro lunghezza ma completamente pianeggianti, ci condurranno lungo l’ex percorso della ferrovia che si sviluppa lungo la costa, completamente immersi tra mare, natura, saperi e sapori!

Per il pernottamento avremo un piccolo alberghetto proprio sul mare, a Casalbordino, con servizio spiaggia incluso.

DIFFICOLTÀ
MEDIA

verifica sempre le caratteristiche e le descrizioni dei vari livelli di difficoltà
(CLICCA sull'icona)

PROGRAMMA

GIOVEDÌ 2 GIUGNO 2022

nel pomeriggio
arrivo presso l’hotel Solaris Casalbordino e sistemazione nelle stanze

pomeriggio
giro di Casalbordino con il suo borgo fortificato o relax in spiaggia

cena in hotel con prodotti tipici abruzzesi

VENERDÌ 3 GIUGNO 2022

CAMMINO L’ITALIA – ROUTE 20
da San Vito Marina a Fossacesia Marina, nel tratto della costa più ricco di trabocchi

9.15
appuntamento presso la stazione ferroviaria di San Vito-Lanciano e partenza della camminata

pranzo al sacco

alla conclusione della tappa
rientro alle macchine con il treno e relax in albergo

cena in hotel con prodotti tipici abruzzesi

SABATO 4 GIUGNO 2022

CAMMINO L’ITALIA ROUTE 21
da Fossacesia Marina a Casalbordino Lido, attraverso la Riserva Naturale Regionale Lecceta di Torino di Sangro

9.15
appuntamento presso la stazione ferroviaria di Fossacesia-Torino di Sangro e partenza della camminata

pranzo al sacco

alla conclusione della tappa
rientro alle macchine con il treno e ritorno a Roma

Precedente
Successivo

Il tratto di litorale del medio Adriatico compreso tra Ortona e Vasto caratterizzato dalla presenza dei trabocchi, queste macchine da pesca su palafitte che secondo alcune testimonianze andrebbero accreditate ai Fenici.

In realtà non si sa con esattezza a quando risalgono e le fonti sono piuttosto incerte. Qualsiasi siano le loro origini, è certo che si parla di strutture davvero particolari che offrono un panorama incredibile.

I trabocchi che si possono ammirare lungo il cammino sono davvero tanti.

Quelli del porto di San Vito e poi il Trabocco Turchino, Colle del Guardiano, il Traforetto, il Trabocco Valle Grotte, Punta Tufano, Sasso della Cajana, Punta Isolata, Punta Torre, Spezza Catena, Punta Cavalluccio, Pesce Palombo e Punta Rocciosa.

Dove non sarà possibile camminare a pelo d’acqua, la tappa passerà lungo il vecchio tracciato della ferrovia Ortona-Casalbordino (la nuova ciclovia), dismesso dal 2005, sempre a ridosso del mare, con le vecchie stazioni e le gallerie.

L’itinerario prevede la tappa all’abbazia di San Giovanni in Venere.

Un percorso che permette di curiosare tra le tante sfaccettature della zona: la foce, molto frequentata dall’avifauna, il fiume, il centro visita della Riserva, la lecceta e il suo sottobosco, l’area faunistica dove sono custodite le preziose testuggini terrestri (Testudo hermanni), lo stagno, il balcone panoramico, la macchia mediterranea, il Trabocco di Punta Le Morge, i cippi del Tratturo Magno, e poi la costa ancora verde e selvaggia.

Una tappa per tutti i gusti!!!!

Lo staff che ha curato sopralluoghi e logistica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *